Le malte e gli intonaci

CEPRO cocciopestoI colori rosati dell’albazzana

La concezione delle malte Cepro si basa sull’intonaco come “pelle” dell’edificio: dev’essere forte, flessibile, docile, traspirante e sano.

Disattenzioni e incertezze nella scelta potrebbero causare a edifici e monumenti ingiurie maggiori di sole e intemperie. Solo l’uso delle calci e il sapiente modo di lavorarle potranno dare certezza nei risultati, nel pieno rispetto della tradizione, arricchendo di significato l’opera del progettista,che avrà così tramandato nel tempo l’essenza del proprio mestiere.

Questo criterio è alla base della linea Le Malte e gli Intonaci di Cepro ‘500: composte da inerti selezionati e adeguatamente miscelati per ottener la migliore qualità d’utilizzo e messa in opera come allettamento, rinzaffo, intonaco, finitura d’intonaco per murature in laterizio, pietre, tufo, murature miste, opere di recupero e restauro del patrimonio storico edilizio e nuove costruzioni. Le varie granulometrie disponibili permettono i più ampi impieghi, dall’intonaco alle ricostruzioni di spigoli, fregi, cornici o motivi ornamentali, in interno come in esterno. Le malte di finitura infine assicurano, assieme al notevole risultato estetico, durata e protezione da muffe e batteri e un ambiente salubre e naturale.

I vantaggi delle malte e degli intonaci Cepro

  • Grande permeabilità al vapore acqueo
  • Forza di adesione superiore a quella di coesione
  • Basso modulo di elasticità dinamica
  • Ritiri idraulici trascurabili
  • Compatibilità con i supporti deboli
  • Assenza di sali idrosolubili
  • Assenza di reazioni chimiche dannose con i sali contenuti nelle murature umide e saline

MALTE E INTONACI CEPRO »

Condividi! Share on LinkedInShare on Facebook

Richiedi informazioni

Privacy Policy | Cookies | Note Legali | Termini e Condizioni – © 2015 Cromology Italia Spa – P.IVA 07684621001